Uno dei criteri di valutazione è la “Pertinenza dei contenuti rispetto al pensiero ontopsicologico” che non necessariamente deve essere conosciuto nella sua interezza, ma è auspicabile che sia fatto almeno un riferimento bibliografico a uno dei quaranta testi pubblicati sull’argomento. Il riferimento può essere a favore o meno, l’importante è che sia scientificamente ben argomentato. Ricordiamo che il premio è aperto a tutti, anche a coloro che non studiano l’Ontopsicologia. Il fine del premio è invitare i ricercatori a sviluppare i loro lavori in funzione di valori umanistici su cui si basa la Fondazione. Alcuni materiali di consultazione sono disponibili nella sezione “materiali utili” del sito www.fondazionemeneghetti.ch.

Si, per la prima parte della presentazione del progetto c’è il limite massimo di 10 pagine, esclusi i riferimenti, interlinea doppia. Per la seconda parte della proposta non c’è invece il limite di pagine.

È preferibile. Il bando richiede, nella seconda parte della proposta da presentare, di suddividere il proprio progetto in fasi di ricerca, specificandone orientativamente l’investimento economico ed i tempi di realizzazione.

Il Premio Meneghetti non è un concorso e quindi non c’è una classifica di primo, secondo o terzo posto. È comunque prevista la possibilità di assegnazione di premi ex-equo nella modalità specificata nel bando del Premio.


La domanda di partecipazione al bando (allegato A), compilata in ogni sua parte deve essere inviata alla Fondazione sia tramite posta elettronica all’indirizzo awardS@fondazionemeneghetti.ch, sia in formato cartaceo, all’indirizzo: Fondazione di Ricerca Scientifica ed Umanistica Antonio Meneghetti, Via San Gottardo 10 – 6900 Lugano –Svizzera (CH) entro e non oltre il 29 novembre 2019. A tal fine farà fede la data di invio per la posta elettronica e il timbro postale per il formato cartaceo. Alla domanda deve essere allegata la documentazione del progetto di ricerca come richiesto nell’art. 2 del bando (in formato elettronico .pdf per l’invio tramite posta elettronica, ed in formato cartaceo per l’invio postale). Chi desidera – è facoltativo – può inviare anche un breve video del progetto di ricerca (3/4 minuti). È a carico del proponente verificare l’avvenuta ricezione della domanda e del materiale inerente il proprio progetto di ricerca sia per e-mail che per posta.

Le lingue ufficiali del Premio Meneghetti sono Italiano e Inglese. Tutte le comunicazioni con la segreteria e il comitato organizzativo devono essere fatte nelle due lingue ufficiali. Non saranno presi in considerazione comunicazioni e lavori presentati in altre lingue diverse da quelle menzionate.

No. Non è possibile, si richiede almeno una laurea magistrale o il bachelor più specializzazione (il 3+2 secondo i parametri del processo di Bologna).

No, sia l’autore che i co-autori devono aver conseguito almeno una laurea magistrale.

Sì. Non ci sono limitazioni in tal senso.

Per la bibliografia, è obbligatorio lo stile APA; per le sezioni restanti del progetto di ricerca la scelta è libera, ma lo stile APA viene comunque molto apprezzato.